Guida agli Operatori Google

 

Iscriviti alle News per rimanere aggiornato

Gli operatori di Google.

L'Operatore di Google Intext:

L’Operatore di Google Intext:

Capire come usare e sfruttare tutte le potenzialità che Google, il gigante di Mountain View, ci mette a disposizione è realmente essenziale, soprattutto per chi si occupa di Marketing Digitale. Google infatti, anche nelle sue funzioni “aperte al pubblico”, ossia la normale ricerca, è già di per se’ una fonte inestimabile di dati, ma sfruttando anche i suoi operatori, che vedremo di seguito, ci permette di ricavare informazioni più precise, fare ricerche piu’ specifiche ed ottimizzare cosi il tempo che impieghiamo per cercare una risorsa o una pagina web nel mare magnum di Internet.

Come si usano?

Se all’interno del campo di ricerca inserite la parola chiave che desiderate trovare, preceduta da diversi tipi di prefissi, chiamati appunto Operatori, Google vi restituirà ricerche dettagliate su specifici aspetti. Per esempio:

OPERATORE “SITE:” – restringe la ricerca, anzichè ad Internet, ad un dominio specifico.

Con l’operatore SITE la ricerca che Google farà non sarà fatta genericamente in Internet come di solito, ma solamente all’interno del sito specificato dall’operatore, quindi se vogliamo trovare tutte le pagine di un determinato sito basterà scrivere nel campo di ricerca :

• site:www.nomesito.it  > per cercare tutte le pagine di un dominio

OPERATORE “INURL:” E “ALLINURL:” mostrano i contenuti che hanno una o più keywords all’interno di un URL

• inurl:firenze > ci dà tutte le pagine che hanno nell’URL la parola Milano.

• allinurl:firenze comune > ci mostra tutte le risorse online che hanno nell’URL sia “Firenze” che “comune”.

Quindi, con questi operatori troviamo solo le pagine che su internet hanno nell’URL le parole chiave indicate. Si tratta di due operatori importanti, poichè contenere le parole chiave all’interno dell’URL, solitamente, porta a reperire risorse ad alta pertinenza.

OPERATORE “INTITLE:” E “ALLINTITLE:”

• intitle:wordpress > trova tutte le pagine che hanno la parola “wordpress” nel tag title

• allintitle:sito wordpress > restituisce tutte le pagine il cui title contiene “sito wordpress”

Esattamente come per gli operatori precedenti, anche gli operatori “InTitle” e “AllInTitle” fanno una ricerca delle parole chiave, sia singole che multiple, ma anziche farla sull’URL, la fanno sul Tag HTML Title. Sono anch’essi considerati importanti per ricerche pertinenti.

OPERATORE “INANCHOR:” E “ALLINANCHOR:”

• inanchor:programmatore >
 tutti gli url che hanno il maggior numero di backlink con anchor text “consulente”

• allinanchor:programmatore wordpress > tutte le risorse online che vengono linkate dai siti con testo ancora “programmatore wordpress”

OPERATORE “INTEXT:”

Questo Operatore di Google ci dà tutte le pagine che hanno una o più keyword all’interno del body (corpo) della pagina. Questa funzione analizza quindi solo il contenuto testuale del body senza considerare le meta informazioni. E’ un ottimo sistema per trovare le pagine più rilevanti per una determinata parola chiave.

• intext:grafico photoshop > tutti gli url che hanno il maggior numero di backlink con anchor text “consulente”

OPERATORE “RELATED:”

L’operatore related: mostra soli i siti (di solito non più di 30) che sono correlati o simili a quello specificato. Il criterio di valutazione si basa sui link in ingresso verso il sito esaminato e i link che partono dai siti che sembrano a questo legati. È un ottimo sistema per individuare tutti i siti semanticamente rilevanti rispetto ad uno stesso settore di business. Anche questo operatore, esattamente come intitle: e allintitle:, dal punto di vista della Search Engine Optimization può essere funzionale all’analisi della concorrenza.

Per esempio:

• related:www.nomesito.it > tutti i siti correlati a nomesito.it

OPERATORE “EXT:” E “FILETYPE:”

I due operatori di ricerca ext: e filetype: (che in pratica svolgono la stessa funzione) sono davvero preziosi per individuarele risorse online che hanno un’estensione di file particolare. Più precisamente le estensioni riconosciute sono: .pdf (Adobe Portable Document Format) .html or .htm (Hypertext Markup Language) .xlsx (Microsoft Excel) .pptx (Microsoft PowerPoint) .docx (Microsoft Word).

Quindi, se dobbiamo trovare un documento ufficiale, una guida, un foglio elettronico, un documento di testo o una presentazione Power Point su un argomento definito da una keyword, dovremo usare questi due utilissimi operatori.

Quando usare gli operatori ext: e filetype:

• Corso online ext:pdf > tutte i corsi online in formato pdf

• modello contratto ext:xlsx > tutti i modelli di contratto scaricabile in formato MS Excel

• corso seo filetype:pptx > presentazioni in formato Power Point di un corso SEO 

OPERATORE “CACHE:”

L’operatore cache: mostra esattamente l’instantanea della cache cosi come vista dal crawler di Google.

Google inoltre ci offre la possibilità di consultare non solo la copia cache in versione completa, ma anche quella in formato solo testo o in versione html, in pratica il codice della pagina e come viene interpretato dal robot (visibile anche in Google Search Console). Considerate il fatto che la copia cache di un sito è tanto piu’ aggiornata quanto sono frequenti i passaggi del robot di Google sulla pagina, per questo motivo, sui siti di news, la copia cache si aggiorna anche una volta ogni 5 minuti.

Per esempio:

• cache:www.saatchi.com > ci dà la versione cache di Google della nota agenzia pubblicitaria inglese

OPERATORE “INFO:”

L’operatore info:, dal nome stesso, fornisce un quadro generale sul dominio specificato. Nello specifico, con un click in più, Google ci permette di controllare la copia cache, le pagine correlate, i siti link, le pagine indicizzate e molto altro.

Quando usare l’operatore info:

• info:nomesito.it

Mostra la copia cache di nomesito.it generata da Google

> Trova pagine simili a nomesito.it
> Trova pagine che contengano un collegamento a nomesito.it
> Trova le pagine Web dal sito nomesito.it
> Trova pagine che contengano il termine “nomesito.it”

E’ tutto, usare queste funzioni aggiuntive di Google porterà un risparmio di tempo e dati piu’ precisi nelle vostre ricerche in rete.

Categorie

Articoli recenti

Tag

Archivi

Facebook Comments
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *